• +39 089 954758
  • info@naosconsulting.it

Le realizzazioni

Tolkart

Con l’app mobile Tolkart il visitatore, attraverso il proprio dispositivo (tablet o smartphone), entra in contatto con le opere d’arte che lo circondano con un approccio innovativo; egli percepisce la presenza delle opere semplicemente avvicinandosi a esse e, quando questo accade, viene invitato ad ascoltare la storia dell’oggetto che ha individuato. Basata su tecnologie di localizzazione (beacon e gps), l’APP permette di accedere ad una mappa georeferenziata che localizza tutti i punti d’interesse o eventi d’arte più vicini rispetto alla posizione dell’utente e di passare, attraverso delle semplici schede-catalogo, alla visione dei contenuti multimediali.
Tutte le informazioni fruite sono gestite attraverso una piattaforma di gestione dei contenuti che, avvalendosi della collaborazione di storici dell’arte ed esperti del settore, permette di raggiungere livelli qualitativi elevati di fruizione.

 

 

Castelli di Storia

Il sistema Castelli di Storia propone la valorizzazione e la fruizione dei territori irpini grazie all’ausilio delle moderne tecnologie e di un sistema di comunicazione semplice e interattivo.

Ponendo al centro dell’attenzione la Storia, le tradizioni, le bellezze architettoniche ed enogastronomiche dell’Alta Irpinia, l’intero team ha pensato di coinvolgere tutte le categorie di utenti, dai più piccoli ai più grandi, e porsi in evidenza sul piano del turismo culturale offrendo un sito internet e un’APP mobile, virtualizzazioni dei luoghi storici, schede catalografiche dei punti d’interesse, giochi con modelli 3d e puzzle game da fruire attraverso tavolo interattivo.

Virtualizzazioni e modelli 3D realizzati in collaborazione con il Laboratorio Modelli del Dipartimento di Ingegneria Civile, Università di Salerno

 

 

Deep Web Search

Per migliorare lo scambio di informazioni relative all’esposizione del rischio a cui sono sottoposti i sistemi, è stato creato il CVE (Common Vulnerabilities and Exposures), il suo scopo è categorizzare tutti i tipi di vulnerabilità conosciute, legate a Sistemi Operativi, Appliance, etc… Oggi, tuttavia, alla luce della dinamicità del contesto in cui operiamo, si rende necessario uno studio delle vulnerabilità attingendo informazioni anche attraverso canali non convenzionali, uno di questi è il mondo del web nascosto, anche chiamato DEEP WEB o DARKNET.

 

 

DiMostra

Nato per alimentare la conoscenza e l’amore per l’arte, DiMostra offre la possibilità ad Enti culturali e Istituti scolastici di creare laboratori didattici dedicati ai ragazzi con l’ausilio di una piattaforma digitale e di un’App innovativa. Ispirandosi ad opere o oggetti d’arte reali, tutti i partecipanti potranno realizzare e descrivere le proprie creazioni artistiche attraverso contenuti multimediali quali testo e registrazione vocale, rivedendole, poi, in sale espositive completamente virtuali dal proprio dispositivo mobile.

 

 

 

Memorie di Torella 

Per recuperare la memoria storica di Torella dei Lombardi, uno dei comuni più devastati dal terremoto dell’Irpinia del 1980, sono stati realizzati l’App “Memoria di Torella” e il sito www.memoriaditorella.it per dare la possibilità alle generazioni dei più giovani di conoscere le origini di questo paese, la sua evoluzione, e legare luoghi oramai diversi o in alcuni casi non più visitabili.

www.memoriaditorella.it

Virtualizzazioni e modelli 3D realizzati in collaborazione con il Laboratorio Modelli del Dipartimento di Ingegneria Civile, Università di Salerno

 

NAppSTONES

NAppSTONES (NApoli – APPlicazione – STONES) nasce con l’intento di promuovere e valorizzare il patrimonio monumentale e geologico del Centro Antico di Napoli.

Sono proposti una serie di punti di interesse (POI), accuratamente selezionati e raggruppati in due percorsi tematici, Chiese e Chiostri, attraverso i quali l’utente sarà guidato alla scoperta delle principali pietre ornamentali che caratterizzano monumenti di notevole valore, sia storico che geomaterialistico.

App realizzata in collaborazione con il DiSTAR UNINA, nell’ambito del progetto SNECS

 

Iph3ra

Un’applicazione di realtà aumentata relativa ai templi di Paestum per dispositivi mobile per l’anastilosi virtuale dell’area archeologica di Paestum.

È possibile rivedere la ricostruzione virtuale dei templi tramite la loro rappresentazione in Realtà Aumentata, dove le ricostruzioni vengono sovrapposte alla visione reale dei templi. Ovviamente l’utente vedrà tale ricostruzione in maniera dinamica rispettando l’angolazione da cui sta osservando i resti del tempio.

 

 

GoToArt

L’App GoToArt è un’occasione unica nel suo genere, poiché rende possibile la fruizione di opere distanti fisicamente tra loro o appartenenti a collezioni diverse sia pubbliche sia private, in spazi completamente virtuali. Grazie a un editor creato attraverso il software Unity l’utente potrà creare, scegliere le dimensioni delle sale e le texture che preferisce e avere così il museo dei suoi sogni.

App derivata dal progetto Muse@home realizzata in collaborazione con il Distretto DATABenC

 

 

 

Navigazione e Modelli 3D

L’utente può navigare virtualmente all’interno di un ambiente museale o all’interno di un percorso storico, culturale o paesaggistico e, all’occorrenza, può manipolare opere d’arte riprodotte in 3D.

Con l’utilizzo di una tecnica di fotomodellazione, vengono acquisite immagini a 360° di un ambiente e viene restituito un modello navigabile in modalità “immersione”. In questo modo l’utente ha la possibilità di visitare luoghi d’arte e di interagire con essi: infatti, cliccando sulle icone che trova lungo la navigazione, può scoprire quali sono i punti d’interesse e leggere le schede-catalogo.

Con la tecnica fotogrammetrica, oltre ai grandi ambienti è possibile ricostruire i singoli oggetti e ottenere modelli 3D di dettaglio. L’utente in questo modo può:

  • interagire attivamente con la ricostruzione virtuale dell’oggetto.
  • ruotare l’oggetto
  • spostarlo
  • zoomare
  • ruotare l’oggetto sull’asse perpendicolare al monitor
  • leggere le schede-catalogo

App Prodotti realizzati in collaborazione con il Laboratorio Modelli del Dipartimento di Ingegneria Civile, Università di Salerno